L' incidente stradale ogni anno coinvolge, direttamente o indirettamente, migliaia di persone. Pensiamo a chi ha perso la vita o la propria indipendenza rimanendo più o meno menomato ed ai suoi famigliari che ne condividono dolore e disagio. Pensiamo a chi è chiamato dalla Giustizia a rendere conto delle proprie responsabilità. Tutti sono confrontati con procedimenti penali, civili e assicurativi mai semplici ma dove la domanda è sempre la stessa: com'è veramente successo?
Della ricerca di questa verità ho fatto l'obiettivo della mia attività professionale.

L' incidente: perizie e consulenza

Per difendere i vostri diritti, per ottenere il dovuto risarcimento o un giusto proscioglimento e per garantire al vostro rappresentante legale la consulenza di un esperto veramente autorevole e indipendente, sono a vostra disposizione oltre 40 anni di esperienza: la qualità peritale migliore a garanzia della vostra tutela e del vostro successo.

Leggi su perizia e consulenza

Gli esperti: formazione e ricerca

I nostri workshop di specializzazione garantiscono la formazione e l’ aggiornamento necessario ai massimi livelli dell’indagine peritale di analisi e di ricostruzione cinematica degli incidenti. La ricerca scientifica che conduciamo fin dal 1972, stando alla base di questi seminari distinguerà per sempre anche il vostro sapere di specialista.

Leggi su formazione e ricerca

Strumenti d’analisi

Articolo con filmato-lezione

Un Collega, anticipandomi che da anni ricostruisce sinistri stradali senza aver mai avuto bisogno di un software particolare mi chiede, in modo forse anche un tantino provocatorio, cosa penso di poter fare io in più, con il programma che ho adottato quale libro di testo per i miei workshop.
Malgrado il modo con cui la domanda mi è stata rivolta, ritengo la stessa ugualmente stimolante poiché potrebbe anche solo riflettere lo spirito di chi, lavorando da tempo nel settore oggi si scontra con chi lo strumento informatico lo utilizza. In questa ottica il tema riveste sicuramente interesse.


L'ing. Balestra nel suo studio - ottobre 1981

Tutto si può calcolare e disegnare a mano. Ai tempi in cui mi diplomai io, lo si faceva per forza di cose e già solo il regolo calcolatore e le prime fotocopiatrici ci sembravano il futuro. Nel frattempo non è solo evoluta la tecnica generale ma anche quella dei nostri strumenti di analisi e di lavoro. Lo so che non tutti ne hanno seguito passo passo lo sviluppo e che ora per loro, come per il mio interlocutore, recuperare è difficile ma potete consolarvi: pensate alle nuove generazioni nate con Internet quanta fatica fanno a “toccare con mano” quella tecnica che a noi invece le mani le ha sporcate e che forse proprio per questo ora amiamo e conosciamo meglio di loro.
Conscio di queste problematiche generazionali, nei miei workshop ARDIS io credo di essere riuscito a fondere insieme tanto le necessità degli anziani che quelle dei giovani professionisti e ciascuno così, trova arricchimento dall’altro. Infatti, non insegno ad usare un dato software: io tratto i temi specifici della ricostruzione, ne discuto attingendo dalla fisica e considerando criticamente cosa troviamo nella letteratura ed in Internet fino ad applicare questi aspetti procedurali all’insieme dell’evento analizzato. Solo a questo momento, quando i concetti sono chiari ed assimilati entra in gioco lo strumento informatico risolutivo.