L' incidente stradale ogni anno coinvolge, direttamente o indirettamente, migliaia di persone. Pensiamo a chi ha perso la vita o la propria indipendenza rimanendo più o meno menomato ed ai suoi famigliari che ne condividono dolore e disagio. Pensiamo a chi è chiamato dalla Giustizia a rendere conto delle proprie responsabilità. Tutti sono confrontati con procedimenti penali, civili e assicurativi mai semplici ma dove la domanda è sempre la stessa: com'è veramente successo?
Della ricerca di questa verità ho fatto l'obiettivo della mia attività professionale.

L' incidente: perizie e consulenza

Per difendere i vostri diritti, per ottenere il dovuto risarcimento o un giusto proscioglimento e per garantire al vostro rappresentante legale la consulenza di un esperto veramente autorevole e indipendente, sono a vostra disposizione oltre 40 anni di esperienza: la qualità peritale migliore a garanzia della vostra tutela e del vostro successo.

Leggi su perizia e consulenza

Gli esperti: formazione e ricerca

I nostri workshop di specializzazione garantiscono la formazione e l’ aggiornamento necessario ai massimi livelli dell’indagine peritale di analisi e di ricostruzione cinematica degli incidenti. La ricerca scientifica che conduciamo fin dal 1972, stando alla base di questi seminari distinguerà per sempre anche il vostro sapere di specialista.

Leggi su formazione e ricerca

Cinematica moderna in HD

Le ultime tecnologie di elaborazione e simulazione degli incidenti stradali sono finalmente entrate nel mondo della terza dimensione. Questo non si riferisce unicamente all’ aspetto della rappresentazione grafica ma oggi coinvolge anche i modelli matematici di calcolo e di simulazione, collisione compresa.
Al momento attuale io conosco un solo prodotto che abbia contemporaneamente queste due prerogative ed utilizzandolo nella mia attività quasi quotidianamente, già solo le sue qualità grafiche HD (High Definition) mi hanno permesso un ennesimo salto di qualità, non tanto nella presentazione dei miei esposti quanto nelle nuove possibilità di analisi che la cinematica all’ interno dello scenario tridimensionale ad alta definizione permette.



Per questo motivo da poco anche l’ Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del S.C. di Milano è stata dotata di questo sofisticato software.
Per me è stato un onore, ma veramente anche un piacere, introdurre i Ricercatori della Cattolica a queste nuove tecnologie. Lo scopo non è, come forse qualcuno potrebbe temere, di portare gli Psicologi del Traffico a svolgere attività che non competono loro come potrebbe essere quella della ricostruzione cinematica dei sinistri, ma di mettere invece solide basi per un lavoro sinergico serio nello studio della fase di percezione e di reazione e che ha preceduto il sinistro.



Queste due immagini sono il prodotto del riporto nella simulazione virtuale di due scene di traffico filmate in precedenza nella realtà. Documentano molto bene la qualità dell' immagine dello scenario virtuale tridimensionale HD in cui tutti gli utenti della strada (veicoli e pedoni) trovano collocazione e movimento grazie alla cinematica.
Solo con scenari di questo tipo e curatezza è possibile riprodurre e considerare le ombre esattamente come nella realtà, tenendo conto dell' orario e del relativo posizionamento del sole all'orizzonte. Nottetempo si riproducono invece le situazioni generate dalle differenti fonti di luce fissa e mobile. Questo è determinante nell'analisi del comportamento percettivo del conducente.

Usando tale tecnologia nella ricostruzione peritale di un sinistro, una volta definita la dinamica, grazie al lavoro congiunto fra Tecnico ricostruttore e Psicologo del traffico si va molto oltre: si chiariscono circostanze determinanti anche per il giudizio mettendo in evidenza tutti quegli aspetti che il conducente, nel momento in cui il sinistro poteva ancora essere evitato, ha dovuto di fatto affrontare.

Questo lavoro, che ho avuto il privilegio di svolgere insieme all'Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell'Università Cattolica di Milano, apre un "nuovo sapere" nell'analisi delle cause degli incidenti stradali: sono convinto che queste nuove metodologie possano presto modificare il modo di vedere e quindi di operare anche di chi è preposto alla prevenzione ed alla sicurezza stradale. Nella mia attività peritale questa nuova visione è ormai quotidiana realtà.