L' incidente stradale ogni anno coinvolge, direttamente o indirettamente, migliaia di persone. Pensiamo a chi ha perso la vita o la propria indipendenza rimanendo più o meno menomato ed ai suoi famigliari che ne condividono dolore e disagio. Pensiamo a chi è chiamato dalla Giustizia a rendere conto delle proprie responsabilità. Tutti sono confrontati con procedimenti penali, civili e assicurativi mai semplici ma dove la domanda è sempre la stessa: com'è veramente successo?
Della ricerca di questa verità ho fatto l'obiettivo della mia attività professionale.

L' incidente: perizie e consulenza

Per difendere i vostri diritti, per ottenere il dovuto risarcimento o un giusto proscioglimento e per garantire al vostro rappresentante legale la consulenza di un esperto veramente autorevole e indipendente, sono a vostra disposizione oltre 40 anni di esperienza: la qualità peritale migliore a garanzia della vostra tutela e del vostro successo.

Leggi su perizia e consulenza

Gli esperti: formazione e ricerca

I nostri workshop di specializzazione garantiscono la formazione e l’ aggiornamento necessario ai massimi livelli dell’indagine peritale di analisi e di ricostruzione cinematica degli incidenti. La ricerca scientifica che conduciamo fin dal 1972, stando alla base di questi seminari distinguerà per sempre anche il vostro sapere di specialista.

Leggi su formazione e ricerca

La nostra formazione nel 2014

L’ attività formativa che abbiamo offerto in questi ultimi anni è stata, per voce di chi vi ha partecipato, un vero successo.
In questa formazione specialistica (infortunistica del traffico), facendo capo al mio invidiabile know-how maturato in 40 anni di attività peritale e di ricerca su strada, l’ insegnamento è unico e ineguagliabile. Non è certo un caso che da quest’anno mi hanno chiamato a svolgere attività didattica anche in Belgio e in Francia dove, già a gennaio, sarò a Lione per un corso (MOMENTUM 2) in cui le iscrizioni sono già al completo.

In Italia il 2014 mi vedrà ancora impegnato nella docenza al III° Corso universitario di perfezionamento in Psicologia del Traffico, organizzato dall’ Università Cattolica del S.C. di Milano.
A questa docenza si aggiunge ora quella nelle materie peritali del Master universitario di I° livello in Periti e Consulenti di Tribunale (Esperti Forensi) e del parallelo Corso universitario di perfezionamento nella medesima specialità, formazione questa che si terrà nelle sedi di Benevento, Roma e Milano dell’ Università degli Studi Giustino Fortunato (Facoltà di giurisprudenza).



La nostra formazione, quella specialistica in ambito di infortunistica del traffico, non è mai stata mirata al semplice ottenimento di CFP (Crediti Formativi Professionali): questi, in mancanza di severi regolamenti applicativi, nel concreto hanno poi ben poco valore. Nell' istruzione universitaria il CFU (Credito Formativo Universitario) risponde invece a criteri chiarissimi e indiscussi: infatti un CFU certifica sempre 25 ore di insegnamento universitario di cui, di regola, almeno la metà sono “incontri frontali” (lezioni fronte-fronte con il docente).
Con il 2014 nella nostra formazione, ritenendo prioritario quanto insegnato e appreso piuttosto che qualche semplice CFP ricevuto solo in funzione di una presenza più o meno passiva, noi non parleremo più di CFP. Per contro la partecipazione attiva ai nostri workshop sarà certificata da un attestato rilasciato direttamente da una Camera Professionale Europea, attestato che fra l’altro indicherà sempre oltre al tema trattato anche il numero effettivo di ore svolte. Questa scelta è voluta nell’ ottica di un eventuale riconoscimento e conversione futura della formazione svolta, in CFU.
In questo spirito e consci del fatto che quanto offriamo nei nostri workshop è comunque un notevole plusvalore formativo non copiabile ed non ottenibile altrove, dal 2014 non concederemo più facilitazioni sulla quota di partecipazione a favore dei membri di questa o di quell' Associazione. Questo ci facilita nel trovare un modo concreto per premiare invece chi ci segue con regolarità.

Nel 2014 vogliamo affiancare alla formazione nell' analisi dei sinistri dove le novità non mancheranno, anche la formazione di laboratorio come il CMRT (lettura microscopica della traccia tachigrafica) e la base dell' analisi biomeccanica in ambito di uso delle cinture di sicurezza.
Aggiungeremo poi la prima formazione in diagnostica dinamica e comportamentale™ che ci preparerà ad affrontare la ricerca con almeno una settimana di lavoro in pista.

Per noi i workshop rimangono incontri formativi di alto livello, impegnativi e dove il partecipante interagisce attivamente: l’ esperienza ci ha dimostrato che i migliori risultati si ottengono con i seminari più lunghi, quelli di 2 giorni almeno.
Le giornate informative per noi sono invece altra cosa: semplici momenti dove in poche ore si segue qualche conferenza o presentazione, spesso su temi neppure connessi fra loro. Per non illudere il partecipante su quanto effettivamente riceverà, ossia solo informazione al posto di formazione, queste attività andrebbero pubblicizzate come Meeting, Incontri o semplicemente come Conferenze, ecc. L'attività informativa non dovrebbe pertanto distribuire CFP ma solo CIP (Crediti Informativi Professionali).
Camuffare con il nome di “workshop”, semplici presentazioni dove il partecipante non è coinvolto attivamente, controllato e corretto dal docente, sa molto di shop (negozio) e poco di work (lavoro).

Suggerimenti, critiche, desideri o domande direttamente da questo BLOG.