L' incidente stradale ogni anno coinvolge, direttamente o indirettamente, migliaia di persone. Pensiamo a chi ha perso la vita o la propria indipendenza rimanendo più o meno menomato ed ai suoi famigliari che ne condividono dolore e disagio. Pensiamo a chi è chiamato dalla Giustizia a rendere conto delle proprie responsabilità. Tutti sono confrontati con procedimenti penali, civili e assicurativi mai semplici ma dove la domanda è sempre la stessa: com'è veramente successo?
Della ricerca di questa verità ho fatto l'obiettivo della mia attività professionale.

L' incidente: perizie e consulenza

Per difendere i vostri diritti, per ottenere il dovuto risarcimento o un giusto proscioglimento e per garantire al vostro rappresentante legale la consulenza di un esperto veramente autorevole e indipendente, sono a vostra disposizione oltre 40 anni di esperienza: la qualità peritale migliore a garanzia della vostra tutela e del vostro successo.

Leggi su perizia e consulenza

Gli esperti: formazione e ricerca

I nostri workshop di specializzazione garantiscono la formazione e l’ aggiornamento necessario ai massimi livelli dell’indagine peritale di analisi e di ricostruzione cinematica degli incidenti. La ricerca scientifica che conduciamo fin dal 1972, stando alla base di questi seminari distinguerà per sempre anche il vostro sapere di specialista.

Leggi su formazione e ricerca

Sinistri stradali complessi ?

Un Collega mi ha appena posto un quesito curioso e intrigante. Mi chiede cosa siano gli incidenti stradali complessi. Aggiunge di aver letto da qualche parte che sembra esistere la qualifica di Analista ricostruttore di incidenti stradali complessi e vorrebbe quindi sapere come acquisire tale titolo e se la nostra formazione lo legittimerà a farne uso.

Bella domanda … ve la giro subito perché anch’io sono curioso di conoscere questo nuovo metodo di classificazione dell’incidente stradale.

Non ho mai sentito un Collega vantarsi di essere Analista ricostruttore di incidenti stradali complessi … se mi capitasse sentirlo, sorriderei con benevolenza. Credo infatti che se qualcuno sente il bisogno di fregiarsi di tanto titolo, lo faccia solo perché nella sua insicurezza professionale sente di doversi mostrare più capace di quanto di fatto non sia. Bontà sua. Mi ricorda tanto la storiella delle arance.



Ve la racconto.
C’era una volta una strada su cui si affacciavano diversi negozi di frutta e verdura che avevano concordato di mantenere i prezzi. Nel periodo delle arance, il primo fruttivendolo della strada sul cartello del prezzo scrisse ARANCE e il prezzo. Subito, quello accanto espose ARANCE BELLISSIME, e lo stesso prezzo. Il terzo fruttivendolo non poté fare a meno di scrivere sulle sue ARANCE BELLISSIME E SANISSIME, e mantenne anche lui il prezzo. Il quarto, attento alla concorrenza, si inventò LE PIÙ BELLE E SANE ARANCE DEL QUARTIERE, sempre allo stesso prezzo. Al quinto non rimase che reclamizzare le proprie come LE MIGLIORI ARANCE DELLA CITTÀ, al sesto di offrire LE MIGLIORI ARANCE DELLA NAZIONE e a quello dopo di sentenziare che le sue erano LE MIGLIORI ARANCE D’EUROPA. L’ultimo fruttivendolo, il più anziano con il negozietto più semplice di tutti sorrise nel vedere tanto spreco di parole e, al medesimo prezzo aggiunse: LE MIGLIORI ARANCE DI QUESTA STRADA.

Se per vendere arance questo è lecito, non lo è certo per il Professionista. Come le arance sono simili fra loro, anche le diverse ricostruzioni dei sinistri lo sono. Nelle arance troviamo quelle più belle, quelle più mature, quelle più sane, quelle biologiche e anche … quelle marce. Le arance più complesse non le ho ancora viste.
Nel lavoro peritale di ricostruzione troviamo l’elaborato più attento, più circostanziato, più vicino alla realtà, più imparziale, più di parte e, come nelle arance, a volte ci scappa anche quello bacato e quello volutamente marcio (infedele). Fortunatamente quest’ultimo mette a nudo capacità ed etica del proprio autore. Quando il committente, Giudice o privato che sia, si confronta con simili elaborati, non reagisce e continua ad avvalersi dell’ “esperto infedele” è il momento di porsi qualche domanda anche sulla sua onestà di mandante.
Queste situazioni, che non sono semplice fantascienza ma quotidiana realtà, si riscontrano tanto nel caso di elaborati di poche righe quanto con elaborati più “complessi”, non certo per il tipo di sinistro esaminato quanto per la dovizia dei necessari accertamenti peritali messi in atto. Questa complessità mi è tanto nota da essere divenuta il filo conduttore dei nostri workshop.

Tornando al quesito e ciò premesso.
Non credo che esista la qualifica di Analista ricostruttore di incidenti stradali complessi e, per quanto mi concerne, mi guarderei bene dal fregiarmene. Per contro esistono sicuramente elaborati peritali complessi, se tali lo sono gli accertamenti fatti e necessari alla definizione del caso.
Questo non è nulla di eccezionale poiché, a mio parere, il professionista (tecnico e/o analista che dir si voglia) che si occupa della ricostruzione dei sinistri stradali, per essere e qualificarsi tale, deve conoscere tutta la materia di cui si dichiara specialista. Nel caso specifico le conoscenze non sono poche e non si acquisiscono solo attraverso la scuola e i corsi. È un lungo cammino individuale, è una strada di cui non si vedrà mai la fine ma che almeno noi, confrontandoci durante i nostri workshop, spesso percorriamo insieme arricchendoci vicendevolmente.